Perchè bisogna andare da un notaio per fare un mutuo o una surroga?

 

La presenza del notaio in un mutuo è legata alla circostanza che in quell'occasione viene iscritta ipoteca su un bene del debitore. Il ruolo obbligatorio del notaio, quindi, ha una funzione di garanzia per i cittadini, i quali non possono trovarsi iscritte a carico ipoteche che non derivino da un contenzioso senza il controllo di un notaio. Certamente, in prospettiva, bene farebbe il legislatore a valorizzare la presenza del notaio conferendo a lui un maggiore potere di tutela dei cittadini nei confronti della banche pure nel momento dell'istruzione della pratica di mutuo o con riguardo alle clausole contrattuali (per chi volesse approfondire questo e altri aspetti della funzione notarile si rinvia in questo sito a "Il notaio nel XXI secolo"). La preparazione tecnica del notaio è obiettivamente meno importante che in altri contratti cosicchè la scelta tende a focalizzarsi sulla qualità dell'organizzazione (link a il notaio veloce). Quella comunemente indicata come surroga è un contratto di mutuo che sostituisce un mutuo precedente immettendo il nuovo creditore nella stessa ipoteca già iscritta a suo tempo dal creditore originario. La surroga richiede che il mutuo venga concesso esattamente per l'importo del debito residuo e non un euro di più. Nel caso del mutuo le spese notarili sono a carico della parte mutuataria, nella surroga invece sono a carico della banca.

 

Vai alla pagina "Il notaio risponde" contenente le faq